MA ANCHE LA MAMMA DEI (GIORNALISTI) DI “BASSA LEGA” E’ SEMPRE INCINTA

Le ladre che non possono essere arrestate: sono sempre incinte

Un gruppo di cinque, o sei, ragazze bosniache continua a derubare i passeggeri della Metro di Milano. La polizia locale le arresta ma poco dopo sono già in libertà perché incinte. E il copione si ripete con regolarità

Redazione24 Giugno 2013

MILANO – Una fa da “scudo”, altre due o tre controllano che non ci siano occhi indiscreti ed un’altra ruba quanto più possibile dalla borsa della povera vittima che sale in metro senza accorgersi di nulla. E’ questo il copione, ormai rodato, del gruppo di rapinatrici bosniache che sta diventando famoso nel capoluogo lombardo. Tanta fama, però, non si deve al “metodo di lavoro” che tutto sommato non è troppo fantasioso. Il successo delle cinque, o sei, ragazze è dovuto alla tecnica che hanno trovato per evitare l’arresto: sono sempre incinte. 

Solo nell’ultimo mese, le ladre in questione sono state arrestate due volte dalla polizia localeche le aveva sorprese a rubare fra le stazioni di Cadorna e Centrale. Il fermo era stato sempre confermato, ma sempre per troppo poco. In poche ore, infatti, le donne erano già tutte fuori proprio perché in dolce attesa. Sono così “affezionate” al lavoro, però, che nonostante la gravidanza continuano a frequentare le stazioni metropolitane. Fino al prossimo arresto. E alla prossima “scarcerazione”. (da MilanoToday)

MA ANCHE LA MAMMA DEI (GIORNALISTI) DI “BASSA LEGA” E’ SEMPRE INCINTAultima modifica: 2013-06-24T22:51:00+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento