Nuovo suicidio in carcere – “Noi detenuti peggio dei maiali”

Nuovo suicidio in carcere – “Noi detenuti peggio dei maiali”. In cella 2,6 metri quadri a testa, i maiali allevati in batteria ne hanno a disposizione 6,2

Submitted by Izz on 27/05/2012 

“Noi detenuti: peggio dei maiali”
UN ALTRO SUICIDIO A SOLLICCIANO: 2,6 M² PER “VIVERE”, I SUINI IN BATTERIA NE HANNO 6,2

di Michela Gargiulo da il Fatto quotidiano

Si è impiccato con un lenzuolo nel bagno della sua cella a Sollicciano. Ha aspettato che i suoi due compagni si addormentassero e nel silenzio ha bloccato la porta con un manico di scopa. Si è suicidato senza lasciare una lettera, senza dire una parola. Si chiamava Pietro, aveva 50 anni, era nato a Palermo e era in attesa del giudizio di appello. Su di lui pesava una condanna in primo grado a due anni e sei mesi per tentata rapina. E’ successo l’altra notte, a Firenze, nel carcere di Sollicciano. Quando gli agenti della polizia penitenziaria si sono accorti che nella cella mancava un detenuto ormai era troppo tardi. Hanno aperto la porta del bagno e l’hanno trovato già morto, con il lenzuolo annodato al collo. Questo è il secondo suicidio dall’inizio dell’anno nel carcere fiorentino.

UNA MORTE che segue di poco quella di un altro detenuto che si è ucciso a Novara. “Non ha retto la solitudine, la sua disperazione” commenta Franco Corleone, garante dei detenuti del Comune di Firenze. “In carcere la situazione è sempre più drammatica. Passa il tempo e non accade niente di positivo. Si contano solo i suicidi perché quelli fanno ancora notizia ma non si parla dei tentativi o di tutti gli atti di autolesionismo che sono all’ordine del giorno”. Nel carcere di Firenze la situazione è al collasso perché la struttura dovrebbe ospitare 467 persone e invece ci sono 1003 detenuti. “Le celle sono state costruite e pensate per una sola persona, ci vivono in tre”. Condannati a vivere un spazi ridotti con una media di 2,6 metri per detenuto. “Neppure gli animali vivono così – raccontano dal carcere -. Siamo condannati due volte. Un suino ha diritto in allevamento a 6,2 metri quadri, noi neppure quelli”.

Ma ad essere molto preoccupati sono anche gli uomini della polizia penitenziaria. “Questo suicidio testimonia una volta di più la drammaticità quotidiana di chi vive nelle nostre galere, nelle quali anche noi siamo spesso lasciati soli”, sottolinea Donato Capece, segretario del Sappe, il sindacato autonomo di polizia penitenziaria. Mentre la Fp Cgil ricorda come nel carcere fiorentino ci siano solo 4 educatori e 300 agenti distribuiti su tre turni. A confermare una situazione al collasso è Alessandro Margara, ex Presidente del tribunale di sorveglianza di Firenze, padre della riforma penitenziaria, garante regionale dei detenuti. “E’ pacifico pensare che quest’estate la situazione sarà pesantissima. Le carceri in toscana sono al collasso. Mancano i soldi e la politica dà solo risposte ambigue”. Mancano i direttori, gli educatori, il personale è costretto a turni massacranti. “Non ci sono segnali di una riforma del sistema”, conferma Franco Corleone. “In Italia ci sono 67.000 persone in galera. Le carceri in Italia potrebbero ospitarne solo 40.000. Meno di un migliaio sono nel regime di massima sicurezza. Solo 7000 sono quelli sottoposti a particolari misure restrittive di alta sicurezza”. E il resto? “Ci sono quasi 23.000 detenuti in carcere per detenzione e spaccio. E’ il 33% degli ingressi in carcere. I grandi spacciatori sono una percentuale minima.

C’È UNA PROPOSTA di legge per i reati più lievi legati alla droga, perché non ci sia l’arresto immediato. Evitare l’ingresso in carcere e dare loro la possibilità di misure alternative sarebbe un bel passo avanti”. Nelle carceri la percentuale di tossicodipendenti è altissima, una vera e propria emergenza. “Questo è un regalo della legge Cirielli, quella sulla recidiva. Salva gli incensurati come Previti ma colpisce i disgraziati che della recidiva hanno fatto la propria dipendenza, i tossicodipendenti. Invece di pensare a progetti per la rieducazione li condanniamo per sempre alla disperazione sbattendoli in carcere”.


da http://www.infonodo.org/node/32648

Nuovo suicidio in carcere – “Noi detenuti peggio dei maiali”ultima modifica: 2012-05-27T19:15:00+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento