PAPI E LA TELEFONATA DI ZIO MUBARAK

 

da www.gli italiani.it

Berlusconi il bunga bunga e la “figlia” di Mubarak


‘Non e’ che chiedevano proprio di rilasciarla, più che altro si raccomandavano, visto che era minorenne, di fare quel che dovevamo fare ma di gestire la cosa nel modo piu’ corretto possibile. Cosi’ il mio capo di gabinetto ha chiamato la centrale operativa per informarsi’. Cosi’, in un colloquio riportato dalla Stampa, il neo prefetto Vincenzo Indolfi, fino a tre settimane fa questore a Milano, parla della telefonata fatta dalla ‘presidenza del Consiglio’ la sera del 27 maggio scorso per Ruby, la diciassettenne marocchina fermata poco prima da una pattuglia in seguito a una denuncia per furto aggravato di 3000 euro e ora al centro dell’indagine della Procura di Milano su presunte feste a luci rosse.La telefonata ricevuta, spiega, diceva ‘una cosa tipo: e’ vero che avete fermato questa persona? Allora fate gli accertamenti e poi vedete cosa fare…’. ‘Se non sbaglio – aggiunge – dicevano che era una parente di Mubarak. Si’, mi sembra ‘la nipote”.
L’ex questore spiega anche di non aver rilasciato ‘subito’ la ragazza, ma che sono stati ‘rispettati tutti i crismi delle regole e della procedura, anzi e’ rimasta anche piu’ del dovuto…’. ‘Poi – prosegue – abbiamo telefonato al pm della Procura minorile ed e’ stato lui a darci il benestare per affidarla alla consigliera regionale’, Nicole Minetti.
“Non ho mai fatto interventi di un certo tip – è stata la replica del premier dall’albergo di Bruxelless dove è ospite per un vertice Ue – ho semplicemente segnalato che c’era una persona che si proponeva per l’affidamento. Tutto qui.
C’e’ l’abitudine della sinistra di fare attacchi – ha proseguito – Oggi ne ho subiti due e dico: due attacchi al di’ mi fanno restare sempre li”.
“Nella vicenda che riguarda la ragazza marocchina di nome Ruby non c’è solo la questione riguardante la telefonata partita da Palazzo Chigi verso la Questura di Milano- ha però risposto manuele Fiano, presidente del Forum Sicurezza del Pd che ha annunciato una interrogazione parlamentare – in questo episodio entra evidentemente in ballo anche la possibile ricattabilità del presidente del Consiglio la quale è oggettivamente una questione che riguarda la sicurezza del Paese>>.

ShareThis

PAPI E LA TELEFONATA DI ZIO MUBARAKultima modifica: 2010-10-30T22:58:00+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento