13/6 a monza finale trofeo della pace

 

sport for peace.jpg

 

 

 

 

 

ll Trofeo della Pace si conclude con una finalissima tra Egitto e Romania.

Domenica 13 giugno allo Stadio Brianteo di Monza dalle 14,30 grande manifestazione. In programma anche un’amichevole Tibet-Bangladesh per sottolineare l’importanza dei diritti umani

Giornata conclusiva domenica 13 giugno allo stadio Brianteo di Monza del Trofeo della Pace, il torneo interetnico di calcio a 7 iniziato l’11 aprile e promosso dalla sezione di Monza della UPF con il patrocinio e l’adesione del Comune di Monza, delle Province di Milano e Monza Brianza e altri Comuni del territorio.

Al torneo hanno preso parte 200 giocatori, la maggior parte dei quali sarà presente alla giornata finale e a cui sarà consegnata una medaglia ricordo, mentre le quattro squadre finaliste saranno premiate dalle Autorità locali con coppe e trofei. Hanno annunciato la loro partecipazione l’Assessore allo Sport Andrea Arbizzoni, esponenti della UISP/Unione Italiana Sport per Tutti e rappresentanti della Società Monza Calcio, oltre al Segretario Nazionale della UPF Mauro Sarasso.

Saranno inoltre assegnati altri premi e consegnati gadget messi a disposizione dalle Amministrazioni pubbliche coinvolte nell’evento e dai partner tecnici. Sarà anche distribuita la brochure di questa edizione del Trofeo della Pace, visionabile per l’occasione anche sul sito www.trofeodellapace.org dove sono pubblicate anche ulteriori notizie, foto e approfondimenti.

Il programma di domenica 13 giugno prevede alle 14,30 l’apertura della manifestazione con entrata libera del pubblico dai cancelli 1 e 2; alle 15,00 partita amichevole: Tibet – Bangladesh; alle 16,00 finale per il terzo posto: Benin – Marocco; alle 17,00 finale per il primo posto: Egitto – Romania; alle 18,00 premiazioni e a seguire la festa finale. 

Tutti gli appassionati sono invitati a quello che vuole essere un pomeriggio di festa, all’insegna dell’amicizia e della condivisione, dove lo sport riesce a essere veicolo di messaggi e valori positivi, pur nello spirito agonistico.

Le partite disputate hanno tra l’altro messo in evidenza anche una grande validità tecnica delle squadre partecipanti: da sottolineare che nella finalissima l’Egitto – che ha vinto le 2 precedenti edizioni – si contenderà il Trofeo 2010 con la Romania, l’unica squadra europea rimasta in gioco dopo le fasi a gironi e vera sorpresa del torneo.

Non solo: un significato particolare assume all’interno della giornata conclusiva la partita amichevole tra il Tibet e il Bangladesh, incontro  che offre la possibilità a queste 2 squadre di giocare e ai tibetani l’occasione per portare l’attenzione sui diritti umani nel loro Paese. Sono infatti attesi tifosi con le loro bandiere da tutto il nord Italia. 

Per informazioni: Carlo Chierico, Presidente UPF/Universal Peace Federation – Monza e Brianza, Tel cell. 339/6438535


CHI SIAMO                                                                                   

UNIVERSAL PEACE FEDERATION (UPF)

è una alleanza globale di individui e organizzazioni dedicate a costruire un mondo di pace, un mondo in cui ognuno possa vivere in libertà, armonia

e co-prosperità con tutti. Attraverso  un  network  di Ambasciatori di Pace  la  Universal Peace Federation,  sta sviluppando un ampio raggio di

iniziative e progetti. Nel 2004 è entrata nel novero delle ONG aventi “Consultative Status” presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (Ecosoc). 

La sezione di Monza Brianza è stata fondata nel 2005 e la prima uscita pubblica è stata la veglia interreligiosa di preghiera per la pace nel mondo, che da allora si tiene ogni anno il 21 settembre all’aperto in centro a Monza. Gli aderenti appartengono a molte fedi e culture diverse ed operano insieme per la pace e i grandi valori comuni, senza abbandonare le proprie origini e tradizioni, mantenendo la propria specifica identità, nel pieno rispetto della libertà di ognuno. Tra le tante attività segnaliamo il torneo interetnico di calcio a 7, denominato Trofeo della Pace, giunto alla quinta edizione, che vede la partecipazione di 16 squadre con circa 200 giocatori, in rappresentanza di molte nazionalità per favorire l’amicizia, l’integrazione, la conoscenza e il rispetto reciproco tra persone residenti su uno stesso territorio ma di diverse culture, tradizioni e religioni, che ne costituisce lo spirito fondante e lo rende una delle manifestazioni più interessanti per il suo mix di sport e solidarietà.

Monza 08 giugno 2010

                                                          

                                                   TROFEO DELLA PACE 2010

 

Favorire l’amicizia, l’integrazione, la conoscenza e il rispetto reciproco tra persone residenti sullo stesso territorio ma di diverse culture, tradizioni e religioni: questo lo spirito fondante del torneo interetnico di calcio a 7 denominato “Trofeo della Pace”, promosso dalla sezione di Monza Brianza della UPF/Universal Peace Federation.

Giunto alla sua quinta edizione, il torneo, al quale hanno partecipato 16 squadre e circa 200 giocatori in rappresentanza di molte nazionalità, si è veramente rivelato una delle manifestazione più interessanti per il suo mix di sport e solidarietà.

Quest’anno inoltre il torneo è affiliato alla UISP, l’Unione Italiana Sport per Tutti, che già opera affinché lo sport possa essere uno strumento importante di integrazione tra le genti, contribuendo a diffondere la cultura dei diritti per tutti.

I palloni utilizzati per le partite, come già negli anni scorsi, sono quelli della campagna “diritti in gioco” prodotti in Pakistan senza l’utilizzo di manodopera minorile e distribuiti in Italia da Commercio Alternativo.

La pratica di uno sport può davvero essere strumento di valori ed ideali che poi si riversano nella vita di tutti i giorni, quando si riconosce nell’altro non più uno straniero sconosciuto ma un’amico, scoperto dapprima come leale avversario su un campo sportivo, partendo dalla passione comune per il gioco del calcio. D’altronde sono molte le iniziative promosse dal dipartimento UPF Sport for Peace, attivo sia a livello locale che nazionale.

La UPF è rimasta sempre colpita dalle piccoli-grandi cose accadute ogni domenica in questo torneo e fa particolarmente piacere che questi segnali positivi vengano colti anche dagli Amministratori Locali, sempre più numerosi, che ogni anno aderiscono e appoggiano la manifestazione.

Al Trofeo della Pace ogni domenica è speciale e questo è possibile grazie ai tanti giocatori di nazionalità diverse che scendono in campo non solo per rappresentare la propria nazione, non solo per divertirsi praticando l’amato gioco del calcio, ma anche per lanciare insieme un messaggio di pace attraverso lo sport, che può davvero promuovere la conoscenza e il dialogo anche su problematiche molto serie. L’esempio più clamoroso è la causa dei diritti umani in Birmania e Tibet, con i giovani di questi Paesi che vengono sul campo sventolando le loro bandiere.

Il torneo è iniziato domenica 11 aprile, dopo il sorteggio di fine marzo che ha visto le 16 squadre  suddivise in 4 gironi preliminari e, dopo aver giocato quasi tutte le domeniche pomeriggio nei vari campi messi a disposizione, la giornata conclusiva si terrà domenica 13 giugno allo stadio Brianteo in viale Stucchi a Monza.

La grande novità dell’edizione 2010 saranno proprio le finali giocate al Brianteo, il vero grande stadio della città di Monza, messo a disposizione dal Monza Calcio, denotando una condivisione di valori e sensibilità a tematiche etiche di questa Società Sportiva, che la UPF ringrazia vivamente, anche a nome dei giocatori che non vedono l’ora di calcarne il prato!

E l’ultima domenica sarà una giornata davvero da ricordare, si inizierà alle 15,00 con la partita amichevole tra il Tibet e il Bangladesh, alle 16,00 le squadre del Benin e del Marocco2 si affronteranno nella finale per il 3° posto, mentre alle 17,00 i campioni in carico dell’Egitto N. A. giocheranno la finalissima con la Romania, unica squadra europea a superare la fase a gironi e vera sorpresa del torneo. Seguirà la festa finale con le premiazioni, a cura delle Autorità presenti e un rinfresco, ulteriore spinta alla conoscenza reciproca e alla condivisione.

All’edizione 2010 del Trofeo della Pace hanno dato il patrocinio e l’adesione il Comune di Monza e la Provincia di Monza e Brianza, la Provincia di Milano, i Comuni di Agrate Brianza, Brugherio, Cologno Monzese, Sesto San Giovanni, Villasanta e Vimercate.

Per ogni ulteriore informazione potete contattare Carlo Chierico, presidente UPF/Universal Peace Federation – Monza e Brianza, telefonando al numero 339/6438535 oppure scrivendo una mail a monza@iifwp.it

Il calendario con i risultati delle partite, oltre a foto, resoconti e commenti degli stessi protagonisti sono on line sul sito web dedicato: www.trofeodellapace.org

ciao 

13/6 a monza finale trofeo della paceultima modifica: 2010-06-11T23:20:12+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento