cattolici e testamento biologico

 

DA ADUC SALUTE

 ITALIA – Testamento biologico, associazione di cattolici contro le gerarchie ecclesiastiche
 

Notizia 
21 ottobre 2009 12:24
 
“Noi Siamo Chiesa” critica la linea della Cei sul testamento biologico e il ddl Calabro’.
E’ necessario un passo indietro della Cei perche’ si arrivi a un clima che permetta di arrivare a una soluzione ampiamente condivisa. Il documento di “Noi Siamo Chiesa” contiene una critica esplicita alla posizione dei vescovi su questo problema. In esso viene esaminata la contraddizione tra la linea della Cei e un’interpretazione corretta dello stesso Catechismo della Chiesa cattolica; vi si auspica una riflessione piu’ serena e piu’ cristiana sul fine vita; vi si invita a un rapporto positivo e dialogante con la cultura “laica”per arrivare a una posizione condivisa; vi si criticano aspramente i contenuti principali del ddl Calabro’ alla luce delle opinioni consolidate della scienza medica.
Dopo aver sostenuto la necessita’ di una legge, il documento sostiene con fermezza che la volonta’ del paziente deve essere vincolante per il personale sanitario e per i famigliari, secondo lo stesso dettato della Costituzione.
“Noi Siamo Chiesa” conclude il suo documento chiedendo che i vescovi facciano un passo indietro e che la nuova legge non sia la conseguenza di una trattativa politica tra Cei e maggioranza o merce di scambio per il silenzio su altri aspetti della politica del governo.

SINDACO VICENZA NOMINA COMMISSIONE TECNICA ESPERTI 
– Il sindaco di Vicenza Achille Variati (Pd) ha costituto una commissione tecnica di esperti comunali con il compito di proporre le procedure per ‘l’istituzione del registro delle dichiarazioni anticipate di volonta’ relative ai trattamenti sanitari – testamento biologico’. La commissione sara’ presieduta dal direttore generale del Comune, Simone Vetrano e sara’ composta da funzionari dei settori anagrafe, servizi sociali e avvocatura.
‘Ho voluto cosi’ dar seguito – dichiara Variati – alla recente mozione votata dal consiglio comunale, anche se ritengo che, in assenza di normativa, non sara’ semplice individuare le strade concretamente percorribili. Quando i tecnici mi avranno fornito tutti gli elementi necessari, decidero’ in che modo procedere’.

ANCHE EMPOLI ISTITUISCE REGISTRO – Empoli, come già Livorno e Firenze, avrà il suo registro dei testamenti biologici, ovvero quell’elenco garantito da un fiduciario e dal Comune in cui ciascun cittadino potrà depositare le dichiarazioni anticipate di volontà relative ai trattamenti sanitari. L’input per la sua istituzione giunge da una mozione presentata dal gruppo Pd e approvata nel corso dell’ultima seduta consiliare con 23 voti favorevoli, 3 contrari e 2 astenuti. Continua…

cattolici e testamento biologicoultima modifica: 2009-10-23T07:55:00+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento