il terremoto fuori dal trionfalismo di regime

da Internazionale

 

VISTI DAGLI ALTRI

Una città colpita al cuore.

Per costruire una città servono anni, ma in un batter
d’occhio può essere distrutta. Dopo un terremoto che l’ha
colpita ad aprile, uccidendo centinaia di persone e
distruggendo numerosi edifici, L’Aquila, una città
medievale a nordest di Roma, guarda al suo futuro con
incertezza. La mancanza di fondi e di volontà politica
minacciano di finire quello che il terremoto ha cominciato.
Sono stati fatti degli sforzi per recuperare i 110mila
monumenti danneggiati dal terremoto, ma le autorità stimano
che ci vorranno almeno quindici anni per riportare il centro
storico alla normalità. Inoltre circa 70mila persone che
abitavano in città e nei centri limitrofi sono state
costrette a trovare una sistemazione altrove. E chissà se
torneranno a L’Aquila o se il centro rimarrà senza vita. A
uso e consumo dei turisti.

The New York Times, Stati Uniti
http://www.nytimes.com/2009/12/24/arts/24abroad.html?_r=2&ref=global-home

ciao

il terremoto fuori dal trionfalismo di regimeultima modifica: 2009-12-27T01:06:49+01:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento