GLOBAL VOICES IN ITALIANO

Stefano Ignone 26 aprile alle ore 21.56
Un saluto ai 1019 iscritti alla newsletter di Global Voices in italiano! Questa settimana vi raccontiamo delle drastiche politiche urbanistiche in CINA, che mirano a espellere dai centri urbani i residenti meno “graditi”, dell’importante riconoscimento, arrivato dall’ARGENTINA, del genocidio degli armeni, di un progetto che in COSTA RICA documenta le strategie di ecosostenibilità adottate nella foresta tropicale, e del dibattito in corso in TUNISIA sulla laicità dello Stato.
Infine, dalla nostra rubrica su “LASTAMPA.IT”, la traduzione italiana di un post del blog “Afrinnovator” che racconta alcune delle più importanti innovazioni tecnologiche in corso in AFRICA, Paese per Paese.

1.CINA: L’espulsione degli “indesiderati” dai centri urbani
Dall’inizio dell’anno, le principali città cinesi hanno iniziato a espellere gli elementi considerati pericolosi e indigenti: la proposta, considerata una misura di “controllo sulla popolazione” era stata introdotta durante il Congresso del Popolo dello lo scorso gennaio. I commenti dei blogger cinesi.
http://it.globalvoicesonline.org/2011/04/cina-lespulsione-degli-indesiderati-dai-centri-urbani/

2.ARGENTINA: giudice riconosce il genocidio degli armeni
In Argentina, Paese che ha accolto un gran numero di esuli armeni in fuga dai massacri di inizio novecento, un giudice ha emesso una sentenza storica, affermando la responsabilità dello Stato turco nel crimine di genocidio ai loro danni. Dalla blogosfera locale, i commenti e le riflessioni di molti componenti della comunità della diaspora.
http://it.globalvoicesonline.org/2011/04/argentina-giudice-riconosce-il-genocidio-degli-armeni/

3.COSTA RICA: Monteverde Now, cambiare stile per proteggere l’ecosistema
In Costa Rica i cambiamenti climatici si ripercuotono sulla foresta tropicale. Il progetto ‘Monteverde Now’ documenta con brevi video interviste le storie di undici membri della Comunità di Monteverde che hanno trasformato il loro modo di vivere e si stanno adattando per preservare il delicato ecosistema.
http://it.globalvoicesonline.org/2011/04/costa-rica-monteverde-now-cambiare-stile-per-proteggere-lecosistema/

TUNISIA: I blogger discutono sull’identità laica
Nonostante sia un Paese a ampia maggioranza musulmana e l’Islam sia la religione di Stato, la società tunisina è tra le più laiche della regione. Dopo la rivoluzione tunisina, dalla blogosfera viene rilanciato il dibattito sull’identità del Paese, laica per alcuni e islamica per altri.
http://it.globalvoicesonline.org/2011/04/tunisia-i-blogger-discutono-sullidentita-laica/

5.AFRICA: mobile money, trasparenza e open data…
Mentre la telefonia mobile va sempre più affermandosi come fonte primaria d’informazione nel mondo, i leader nella progettazione e sviluppo di servizi e applicazioni online lavorano sul perfezionamento e sulle modifiche necessarie per ottenere risultati efficaci su queste piattaforme rispetto al World Wide Web.
http://www.lastampa.it/cmstp/rubriche/girata.asp?ID_blog=286&ID_articolo=298&ID_sezione

Dal blog della nostra associazione VOCI GLOBALI, un post dalla rivista partner EaST Journal sulla Turchia, che potrebbe diventare il modello della Tunisia post-islamica, e un nostro resoconto sui panel tenuti da Global Voices e Voci Globali all’International Journalism Festival di Perugia gli scorsi 16 e 17 aprile.

a. Turchia: un modello per il Mediterraneo delle rivoluzioni?
http://vociglobali.it/turchia-un-modello-per-il-mediterraneo-delle-rivoluzioni/
b. International Journalism Festival, quando la tecnologia è democrazia
http://vociglobali.it/international-journalism-festival-quando-la-tecnologia-e-democrazia/

Grazie dell’attenzione e a rileggerci la prossima settimana!
—————
Se hai gradito, fai girare e diffondi il nostro gruppo nei tuoi contatti!
Ricorda che ogni giorni puoi trovare nuovi post sul sito di GVO in Italiano (http://it.globalvoicesonline.org/) e nella rubrica quotidiana su LaStampa.it (http://www.lastampa.it/vociglobali), oltre che sulla nuova testata VociGlobali.it (http://www.vociglobali.it/).
Per segnalazioni in tema, non esitate ad avviare discussioni e a scrivere sul “Muro” del gruppo.
Potete anche contattarci direttamente via email: italiano@globalvoicesonline.org

GRAZIE

GLOBAL VOICES IN ITALIANOultima modifica: 2011-04-26T22:15:46+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento